. . .

Come sanno quasi tutti quelli che si avvicinano più o meno seriamente allo Yoga, il termine Yoga deriva dalla radice sanscrita Yug che significa unire, legare assieme, soggiogare, dirigere e concentrare l’attenzione.

Unione è incontro con il diverso… è unirsi con quello che appare essere distante e lontano.. per trovare quel sostrato comune, quella scintilla di umanità o divinità (a seconda delle interpretazioni personali) che c’è in ognuno di noi e che dovremmo imparare a vedere in tutto ciò che ci circonda…

Pensiamo anche semplicemente al termine Namastè… tale parola significa letteralmente “mi inchino a te” derivando da “namas” (inchinarsi, salutare con reverenza) e “te” (a te). A questa parola è associata una forte valenza spirituale, per cui essa può forse essere tradotta in modo più completo come saluto il divino che c’è in te… ossia riconosco in te le medesime qualità divine che sono in me.

Oggi come oggi dove sembra che la divisione domini tutti i rapporti umani, lo Yoga diventa più che mai importante perché ci permette di vedere i punti in comune…  dopotutto tutti abbiamo un corpo… una mente… un’anima… un respiro…

Meditando su questo tema dell’unione e dell’incontro dello Yoga con il mondo che ci circonda (come vedrete questo è il tema guida di questo numero di Yoga Magazine) ho trovato un estratto di un discorso del Dalai Lama, il “capo” del buddhismo tibetano che mi ha particolarmente ispirato:

“Prima di tutto voglio sottolineare l’importanza dell’armonia tra le varie religioni. Nonostante le diverse filosofie, tutte le principali religioni del mondo hanno un messaggio e suggerimenti simili per l’umanità. Ci sono persone straordinarie che seguono religioni diverse e hanno trasformato totalmente il loro stato interiore: sono veramente compassionevoli e sagge. Tutte le tradizioni hanno, dunque, la possibilità dunque di produrre tale trasformazione interiore della mente”.

Ecco perché lo yoga è un elemento di unione, ecco perché non è incompatibile con nessuna religione né tradizione… lo yoga crea armonia… all’interno di noi e con gli altri .. tra corpo e anima… tra inspiro ed espiro… tra yin e yang.. luce e ombra, sole e luna…  lo Yoga permette a tutti di trasformare interiormente la propria mente.

Vedrete quindi in questo numero molti esempi di unione ed incontro dello Yoga con le altre realtà… vedremo lo yoga che incontra il buddhismo, il cristianesimo, la psicologia… e vedremo soprattutto lo yoga che incontra e si unisce alla vita quotidiana… quella che inizia quando scendiamo dall’amato tappetino.. quando lo Yoga smette  di essere asana e diventa vita!!!

Questo numero rappresenta un nuovo corso… ci sono nuovi autori e tanti soggetti terzi che hanno deciso di donare il proprio contributo allo Yoga Magazine sempre con la stessa finalità… donare un po’ di sé e un po’ di yoga a chi ci circonda… per incontrare e unirsi agli altri per creare l’UNITA’… sperando quindi che questo nuovo corso vi piaccia… vi lasciamo alla lettura.

Condividi l'articolo su:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie e cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Buona navigazione!

Chiudi