4 0
Tempo di lettura:4 minuti, 14 secondi

Quando si pensa allo yoga, l’immagine che spesso viene alla mente è quella di persone serene che mantengono pose complesse su tappetini colorati, immerse nella meditazione e nella tranquillità. Tuttavia, lo yoga è molto più di un insieme di esercizi fisici; è una filosofia di vita, un percorso di conoscenza interiore e di unione con il tutto. In questo articolo, esploreremo le radici filosofiche dello yoga, citando i testi sacri e riflettendo su come questa pratica possa trasformare la nostra vita quotidiana.

Lo yoga, derivato dal termine sanscrito “yuj” che significa “unire”, è un’antica disciplina che mira all’unione di corpo, mente e spirito. Non si tratta solo di eseguire pose fisiche, ma di raggiungere uno stato di armonia interiore e di equilibrio. Nel Bhagavad Gita, troviamo che “lo yoga è l’equilibrio della mente”. Questo equilibrio ci permette di affrontare le sfide della vita con serenità e saggezza.

Le radici dello yoga affondano nei testi sacri dell’India antica, come le Upanishad, i Veda e i poemi epici come il Mahabharata e il Ramayana. Questi testi ci offrono una guida per comprendere il significato profondo dello yoga e come applicarlo nella nostra vita quotidiana. Ad esempio, negli Yoga Sutra di Patanjali, leggiamo che “lo yoga è la cessazione delle fluttuazioni della mente”. Questo stato di quiete mentale è essenziale per percepire la nostra vera natura, libera da condizionamenti e distrazioni.

Un concetto affascinante nello yoga che non ci si aspetta è quello dello Zen Warrior, il Guerriero della Gentilezza. Questo approccio unisce la disciplina e la forza interiore del guerriero con la compassione e la dolcezza della pratica zen. Essere uno Zen Warrior significa affrontare le sfide della vita con determinazione e coraggio, ma sempre mantenendo un cuore gentile e compassionevole. Come afferma il Bhagavad Gita, “l’equilibrio tra il piacere e il dolore” è fondamentale, e il guerriero zen incarna questa armonia, agendo con fermezza ma senza mai perdere la propria umanità.

Chi è uno Zen Warrior?

Uno Zen Warrior è una figura che vive nel mezzo del caos, ma lo affronta con tranquillità e grazia. In un mondo pieno di distrazioni e conflitti, questo guerriero mantiene la calma e la concentrazione, agendo sempre secondo il proprio dharma, il proprio dovere e scopo nella vita. Uno Zen Warrior riconosce che la vera forza non risiede solo nella potenza fisica, ma nella capacità di mantenere la pace interiore anche nelle situazioni più difficili. Vive secondo i principi dello yoga e dello zen, coltivando la consapevolezza e la presenza, vivendo qui ed ora dove la mente non vaga e il corpo è veicolo di esperienza.

Nel contesto dello yoga, il corpo infatti è visto come un tempio che ospita lo spirito. Trattare il corpo con rispetto e cura è essenziale per vivere una vita equilibrata. L’Hatha Yoga Pradipika ci ricorda che “il corpo è il veicolo dell’anima; trattalo con rispetto e amore”. Questa visione olistica ci ricorda che ogni asana (posizione) non è solo un esercizio fisico, ma un’opportunità per connetterci con il nostro essere interiore.

Ma cosa è il “dharma”? Deriva dal sanscrito e significa “legge”, “dovere” o “ordine naturale”. È un concetto centrale nelle scritture vediche e nei testi sacri dell’induismo, come le Upanishad e il Bhagavad Gita. Krishna, nella Bhagavad Gita, istruisce Arjuna sul suo dovere di guerriero, dicendo: “È meglio fallire nel compiere il proprio dharma che avere successo nel compiere quello di un altro” (Bhagavad Gita, 3:35). Questo sottolinea l’importanza di seguire il proprio cammino unico.

Il dharma rappresenta il percorso giusto che ciascuno deve seguire per realizzare il proprio scopo di vita. È il principio di ordine e armonia che governa l’universo, e ognuno ha un dharma personale basato sulle proprie capacità e inclinazioni. Nel contesto dello yoga, seguire il proprio dharma significa vivere in armonia con se stessi e con il mondo. La pratica dello yoga diventa uno strumento per realizzare questa armonia.

Portare la filosofia dello yoga nella vita quotidiana significa vivere con consapevolezza, compassione e presenza. Il nemico per un guerriero zen non è mai all’esterno, ma dentro di sé: le sue paure, i pensieri coatti, le insicurezze. Con la pratica costante, si scopre che in realtà il nemico non esiste e che non c’è bisogno di combattere, ma basta scorrere con consapevolezza.

Lo yoga è una filosofia di vita che ci invita a esplorare il nostro essere più profondo e a vivere in armonia con noi stessi e con il mondo. Come afferma il Bhagavad Gita, “lo yoga è l’equilibrio tra il piacere e il dolore”. Questo ci insegna a mantenere una prospettiva equilibrata, indipendentemente dalle circostanze esterne.

Come dice il saggio Patanjali, “lo yoga è la cessazione delle fluttuazioni della mente”. In questo stato di quiete mentale, possiamo scoprire la nostra vera natura e vivere una vita piena e significativa. Adottando l’approccio dello Zen Warrior, impariamo a coniugare forza e gentilezza, affrontando la vita con coraggio e cuore aperto.

Pronto a intraprendere questo viaggio filosofico nello yoga? Stendi il tuo tappetino, chiudi gli occhi e lasciati guidare.

Francesca Cassia, Odaka Yoga

Condividi l'articolo su:
Pin Share

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi