5 0
Tempo di lettura:4 minuti, 54 secondi

La parola Kundal tradotto letteralmente è “ricciolo di capelli della persona amata” e significa “fonte di energia”.

Nelle tradizione Yogica la Kundalini è disegnata come un Cobra arrotolato su se stesso per tre giri e mezzo nell’osso sacro (non a caso si chiama osso sacro perché sede dell’energia vitale). Il serpente è storicamente associato alla conoscenza e alla capacità di trasformarsi.

Quando il serpente è immobile, la sua immobilità è così assoluta da renderlo invisibile. Lo vedi o lo senti solo quando si muove. Non attacca mai se non lo minacci. É umile e schivo struscia a terra, pronto a elevarsi quando è necessario mostrandosi acuto attento e vigile. Se deve difendersi invece è fulmineo e letale.

Così è uno Yogi. A questo aspira. Presenza, calma, conoscenza, fermezza, risoluzione.

La Kundalini é un energia presente in ogni essere umano e legata al sistema nervoso ed endocrino. Nell’uomo tale forza è visibile come energia neuro-psichica. Per vivere con gioia, lucidità e in modo appagante la vita fisica e spirituale, è sufficiente una piccola quantità di questa energia.

La scarica elettrica attivata nel sistema nervoso, porta alla produzione del “nettare” (Amrita degli Dei) , sostanza auto prodotta dal cervello sotto il nome di DMT, in grado di portarti ad un costante livello di benessere.

Il serpente è onnipresente nei tempi Indiani e spesso nelle raffigurazioni del BUDDHA: rappresenta l’elevarsi della tua coscienza, la tua energia silente, lo spazio sacro in te che contiene le energie non manifeste.

Sappiamo che i serpenti sono creature altamente sensibili perché percepiscono solo le vibrazioni e le frequenze. Le frequenze in hertz e le onde emanate dal cervello durante la meditazione sono simili alle onde del serpente nello stato di quiete. Si dice tradizionalmente che se da qualche parte c’è uno Yogi che medita, lì vicino ci sarà un serpente.

Quando sei nello stato delle onde Theta (meditazione e rilassamento profondo) il serpente è naturalmente attratto dalla tua frequenza. A livello energetico siamo molto simili.

Prova e Osserva la natura: se incontri un Cobra puoi prenderlo a mani nude quando sei rilassato, senza alcuna resistenza, perché le sue energie e le tue sono molto simili. Solo se la tua chimica mostra allarme e tensione (allarme che viene interpretato dal Cobra come un segnale di pericolo) lui ti attaccherà, prima di averti avvisato.

Per il cristianesimo il serpente è Satana tentatore. Ma se ri-osservi la vicenda con attenzione, ti accorgerai che è stato proprio il serpente ha dare inizio alla vita sul pianeta (simbolicamente ovvio) .

Il sorgere dell’energia Kundalini pone le basi per una più ampia percezione della vita. La mente diventa ampia e sgombra, puoi fare esperienza di una alta forma di consapevolezza, la tua coscienza si eleva.

Nell’immaginario tradizionale Shiva ha accanto un serpente. Hermes e mercurio hanno il caduceo con due serpenti che risalgono il bastone.

La realtà può essere percepita nella sua massima purezza e manifestarsi in modo totale, solo se l’energia raggiunge un certo livello di intensità e ampiezza.

La conoscenza e lo stato di costante beatitudine (cherdi kala) sono l’effetto collaterale del Kundalini yoga che “disturberà” i dormienti.

Alcune considerazioni aggiuntive

Il Serpente è simbolo del Bene o del Male?

“mi hanno detto che Kundalini é pericoloso…”
“é vero che Kundalini é satanico?”
“perché il simbolo del Kundalini è un serpente?”
“il serpente è satana”

Andiamo per gradi: è scritto nella Genesi che il serpente era «il più astuto di tutti gli animali dei campi». Fu lui che persuase Eva a disobbedire agli ordini di Dio e a mangiare il frutto dell’Albero della Conoscenza del bene e del male.

Ma nel libro dell’Esodo, è scritto che Mosè, su ordine di Dio, aveva fatto fabbricare un serpente di bronzo, e chiunque guardasse quel serpente veniva guarito. E quando Gesù invia in missione i suoi discepoli, dice loro: «Siate prudenti come i serpenti e semplici come la colomba». Egli fa dunque del serpente un simbolo di saggezza e conoscenza.

Il serpente nella sua voracità ingoia prede intere, un po’ come una donna che accoglie in sé l’uomo, vivo. Il serpente è una figura sia penetrante (maschile) che ricevente e capace di mutare forma, trascende se stesso. Umile striscia silenzioso ma sempre vigile e rapido.

E’ simbolo di conoscenza, ma anche simbolo dell’energia vitale/sessuale. La conoscenza è neutra. Essa è buona o cattiva a seconda del modo in cui la si utilizza.

Gli esseri più istruiti possono essere i più grandi benefattori o i più grandi criminali. “Conoscere” dà dei poteri. Coloro che utilizzano il proprio sapere per il male, sono legati all’aspetto tenebroso del serpente: sono i maghi neri. E coloro che lo utilizzano per il bene, sono legati al suo aspetto luminoso e sono i maghi bianchi.”

Nel Kundalini Yoga si attua una trasformazione alchemica degli elementi, lavorando sui 5 tatwa (elementi) e sui due canali- serpenti di energia (maschile e femminile rappresentato appunto da due serpenti del Caduceo) per illuminare, attraverso la conoscenza, quell’angolo di noi che non vorremmo vedere e impariamo a dominare.

La salita della Kundalini sotto forma di energia sessuale o energia neuro psichica, assume le sembianze del Drago alato o del serpente che si innalza, attraversando la spina dorsale e tutti i plessi nervosi, per portare uno stato di Coscienza elevato: stimola a livello nervoso e chimico l’epifisi producendo una minima dose di DMT.

Ecco la magia bianca del potere del serpente, utilizziamo la conoscenza per raggiungere uno stato elevato di consapevolezza e di benessere, ecco l’unione sacra che avviene nella nostra anima utilizzando il potere del Kundalini Yoga attaverso specifiche tecniche di pranayama, mantra e l’uso delle geometrie sacre raccontate col corpo.

Tutto è già dentro di noi, basta usarlo e conoscerlo e quando sai, hai potere e il tuo potere fa paura a chi vuole soggiogarti.

Namaste,

Carolina Paoletti AmarDevi Kaur
Insegnante certificata Ikyta International
Brain Longevity specialist, Kundalini Flow Method ®, Gong Therapy

Condividi l'articolo su:
Pin Share

Average Rating

5 Star
100%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on ““Il potere del Serpente” e del Kundalini Yoga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi