Il significato degli alimenti: La soia

Ogni alimento possiede la sua particolare importanza. La mela è molto diversa dai cereali e una radice agisce sul corpo fisico in un altro modo che un fiore. Lo studio degli alimenti e del loro significato crea una buona relazione con la natura e non solo – anche con il cosmo. Una pianta che cresce in primavera oppure in estate presenta una specifica luce metafisica o cosmica.

Come agiscono i prodotti di soia sul corpo fisico e anche sull’anima dell’uomo?

Esistono differenti prodotti di soia come tofu, yogurt di soia, miso fermentato ed anche differenti tipi di elaborazione sotto forma di salsicce o formaggio. Il vantaggio della soia è l’assenza del colesterolo. Inoltre, se il consumatore non mangia direttamente i fagioli di soia ma consuma i prodotti trasformati come tofu, assume abbastanza minerali, proteine, pochi grassi e tutto ciò in modo leggero. Paragonato al latte della mucca che porta grassi saturi e anche lattosio, il tofu e tutti i prodotti di soia non caricano molto l’organismo umano. [1] Per i vegani che vogliono evitare tutti i prodotti animali, la soia è molto importante e quasi inevitabile.

Chi mangia ogni giorno i prodotti fatti di legumi può sviluppare una buona forza e concentrazione fisica. Come si può comprendere l’espressione: “concentrazione fisica”? Tutti gli organi, il flusso della linfa e i tessuti devono essere ben concentrati e non allargati. Un ristagno d’acqua nella circolazione linfatica, nelle gambe o nella pancia mostra una sorta di debolezza ed esaurimento fisico. L’organismo è spesso sovraccaricato o carente di diversi minerali e proteine. La sostanza vegetale è molto leggera ma, dall’altro lato, ricca di minerali e proteine.

Oltre questa prima constatazione il consumatore può chiedersi: come agisce questa pianta sullo sviluppo mentale-animico? A prescindere dalla qualità e dal tipo di coltivazione delle leguminose, questi prodotti chiudono un po’ le forze dell’anima. Già il filosofo Platone mise in guardia i suoi discepoli da un eccessivo consumo di leguminose. [2] Osservando in modo sensibile e un po’ metafisico l’irradiazione di una persona che mangia molta soia e altre leguminose, si può constatare un piccolo mantello di luce attorno alla persona che non si apre facilmente al mondo e allo spazio circostante. Le forze di concentrazione sono in questo caso poco luminose, ma sono piuttosto adatte a creare una stabilità nella digestione e una forza fisica.

Ai prodotti del latte è collegato un problema ben conosciuto: stalle strette e torture di animali, nutrizione con ormoni e mangime troppo forte come il foraggio concentrato. Con la coltivazione della soia emerge, accanto alle manipolazioni genetiche, un altro problema. Le leguminose portano azoto alla terra e non partecipano molto alla luce cosmica. Se una persona mangia le proteine dei fagioli o i prodotti che derivano dalle piante della famiglia delle leguminose, partecipa allo stesso processo cosmico. La pianta possiede un metabolismo di luce e un particolare tipo di respirazione, mentre l’uomo vive anche con la sua anima in un mare di luce. Il significato della pianta è di portare l’azoto nella terra e di creare molta proteina nel metabolismo, in un modo simile si stabilizza nella concentrazione fisica, ma non si apre molto agli altri e all’ambiente. [3] L’aria è come una grande sorgente di prana. Indipendente dall’azoto e dall’ossigeno questo prana penetra la terra. In un processo simile l’uomo che mangia le leguminose porta il prana della pianta al corpo fisico.

Nello yoga con differenti asana e le forme di meditazione esiste il pericolo, per i praticanti che si allenano per tante ore al giorno, che cadano nella soggettività e in uno stato troppo fisico. La mente si chiude all’ambiente e alle domande delle relazioni e della vita sociale. Il prana rimane solo nel corpo fisico. Un eccessivo consumo di soia può aumentare questa tendenza all’introversione. Dall’altro lato consumare una o due volte per settimana un prodotto della soia, rinfresca il metabolismo proteico e promuove una buona forza di concentrazione fisica.

Un equilibrio, senza forme estreme, nell’assumere cibi da varie fonti è non solo favorevole per la salute del corpo fisico ma è anche buono per l’apertura della vita. Lo scopo dello yoga può essere una relazione più profonda con la natura, con gli altri, con il cosmo e con l’umanità. Il cibo equilibrato senza carne o almeno con poca carne, serve per questo sviluppo.

[1] Vedi il video “Il signficato spirituale degli alimenti” che tratta questo aspetto dei prodotti di latte: https://www.youtube.com/watch?v=RQlaPU7wpZo oppure il link del video di telecolor: “In cima a ogni vetta con lo yoga di Heinz Grill: la relazione etica del cibo” del 24.01.2020: https://www.youtube.com/watch?v=8MsivaPxCq0

[2] Vedi “Nutrition” di Rudolf Hauschka

[3] Vedi “Alimentazione e la forza donatrice dell’uomo” di Heinz Grill

Condividi l'articolo su:
0
fb-share-icon0
20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi