Nascerà prima dell’estate a Velletri, nella splendida cornice dei Castelli Romani la Domus Hare Krishna. Con 2,5 ettari di terreno, tra giardini, uliveti, aranceti, orti e prati, la dimora sarà composta da 12 camere da letto, sala mensa, salone, gift shop, zona relax, biblioteca, due cucine e 8 bagni. All’interno sarà possibile partecipare, il più delle volte gratuitamente o con una offerta a feste, celebrazioni, seminari, bhakti yoga, progetti culturali, weekend di pace e armonia. Inoltre tra mille attività è prevista anche la distribuzione di cibo vegetariano ai senza tetto.

Per millenni gli insegnamenti e la profonda cultura del bhakti yoga, o coscienza di Krishna, sono rimasti nascosti all’interno dei confini dell’India. Oggi, milioni di persone in tutto il mondo esprimono la loro gratitudine a Srila Prabhupada per aver diffuso globalmente la saggezza senza tempo della bhakti. Srila Prabhupada nacque come Abhay Charan De il 1° settembre 1896 a Calcutta. Da giovane si unì al movimento di disobbedienza civile di Mahatma Gandhi e nel 1922, un incontro con il grande erudito e maestro spirituale Srila Bhaktisiddhanta Sarasvati trasformò completamente la sua vita. Srila Bhaktisiddhanta era il leader della comunità Gaudiya Vaishnava e nel corso del loro primo incontro chiese ad Abhay di portare gli insegnamenti di Sri Krishna in lingua inglese nei Paesi occidentali.

Il Movimento Hare Krishna è il nome con cui è più nota l’International Society for Krishna Consciousness (Associazione internazionale per la coscienza di Krishna), o ISKCON, fu fondata a New York nel 1966. L’associazione si articola oggi in circa 400 centri, 50 comunità rurali e fattorie, 10 scuole e 60 ristoranti vegetariani in tutto il mondo. La vita semplice e sobria, di rinuncia radicale alla vita mondana, è una delle prime regole del movimento. Il “saṃkīrtana”, canto religioso pubblico, diventa elemento fondamentale di diffusione e preghiera; così come anche il costruire templi o luoghi dedicati a Krishna e creare occasioni di incontro. Ogni membro deve recitare un certo numero di canti devozionali o mantra Hare Krishna per meditare ed innalzare la propria coscienza. Il mantra più efficace è il maha-mantra: Hare Krishna Hare Krishna Krishna Krishna Hare Hare Hare Rama Hare Rama Rama Rama Hare Hare.

Il movimento Hare Krishna si propone di diffondere la “conoscenza spirituale” e la “coscienza di Krishna” attraverso gli insegnamenti e le scritture – testi vedici indiani del venerando Krishna – come la Bhagavadgītā, la Īśopaniṣad, lo Śrīmad Bhāgavatam e il Caitanya-caritāmṛta. La dottrina, come per le altre correnti gauḍīya, si fonda sulla focalizzazione della fede religiosa nella figura di Kṛiṣhṇa, qui inteso come il Bhagavat, Dio, la Persona suprema, in quella della sua eterna paredra, Rādhā, qui intesa come stessa manifestazione del Bhagavat, e in quella di Caitanya (e del relativo “Pañca-tattva“), qui inteso come manifestazione delle divinità di Kṛiṣhṇa e della sua eterna paredra Rādhā, e sulla promozione di un’attiva azione missionaria.  Negli undici anni  Prabhupada fece 14 volte il giro del mondo al fine di diffondere gli insegnamenti di Sri Krishna. Migliaia di persone provenienti da più svariati percorsi accettarono il suo messaggio e si dedicarono alla sua missione. Con il loro aiuto, egli stabilì templi, comunità rurali, una casa editrice e diverse istituzioni educative in tutto il mondo. Inoltre, egli diede vita all’organizzazione che distribuisce il maggior numero di pasti vegetariani a livello globale. Il contributo più significativo che egli ha lasciato per le generazioni future è indubbiamente la sua letteratura. Fu autore di oltre 70 volumi sulla tradizione Vaishnava che vengono altamente rispettati dagli studiosi e gli accademici per la loro autenticità, profondità e chiarezza. Molte delle sue opere vengono utilizzate come libri di testo in numerosi corsi universitari. Ad oggi, gli scritti di Srila Prabhupada sono stati tradotti in circa 80 lingue e tra le opere più importanti che ha tradotto e commentato si trovano la Bhagavad-gita così com’è, lo Srimad-Bhagavatam e la Sri Chaitanya-caritamrita.

Per ultimare i lavori di ristrutturazione per la Domus Hare Krishna di Velletri i promotori hanno avviato una campagna di raccolta fondi. Per chi fosse interessato a partecipare a questa iniziativa con una semplice donazione: Ass. Ritorno a Krishna, IBAN IT 83 G 02008 03284 000102163798, Gofundme: Domus Hare Krishna: ristrutturare per credere.

Condividi l'articolo su:
0
fb-share-icon0
20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi