Praticare Yoga e meditazione fa bene. A dirlo non sono solo coloro che insegnano queste discipline ma studi clinici, professionisti nel settore medico e paramedico, studiosi, praticanti…la lista potrebbe continuare.

Cosa accomuna tutte queste persone? Il desiderio di stare bene e di far star bene.

E se fosse la tua azienda a voler contribuire al raggiungimento del tuo benessere? Come ti sentiresti?

Prima di diventare insegnante di Yoga e meditazione ho lavorato in diverse realtà aziendali: piccole, medie e grandi. Se mi avessero offerto lezioni di Yoga sul posto di lavoro, sarei stata la persona più felice del mondo. Purtroppo a quel tempo lo Yoga era un movimento di nicchia che praticavamo esclusivamente nelle scuole dedicate. Grazie a ciò che mi trasmetteva, riuscii a gestire conflitti, ansie, frustrazioni e malumori.

Questo perché praticare Yoga insegna a riconoscere le proprie emozioni e, quindi, a gestirle. Abbassa il livello di stress fisico e mentale garantendo lucidità di pensiero e azione oltre che una buona forma fisica. Porta a sperimentare quell’equilibrio interiore essenziale per il proprio benessere.

Partendo dalla mia esperienza personale ho deciso di dedicarmi alla divulgazione di questa conoscenza in azienda.

Ma perché proprio in azienda? Perché proporre proprio delle lezioni di yoga?

Sempre più realtà lavorative hanno scelto d’introdurre questo benefit per i propri dipendenti. Infatti offrire corsi di Yoga va a migliorare la qualità della nostra vita a 360 gradi.

Siamo persone e tutto quello che succede nella sfera privata ha ripercussioni sul lavoro. I due emisferi s’influenzano a vicenda generando reazioni a catena. Se siamo in grado di gestire a livello cognitivo ed emotivo ciò che accade attorno a noi, se aumentiamo il nostro grado di consapevolezza evitando di farci sopraffare dagli eventi, riusciamo ad ottenere un equilibrio interiore che si rifletterà positivamente sul rendimento lavorativo.

Che programmi si propongono in azienda?

Ogni realtà ha una storia unica. Per questo motivo si creano dei percorsi personalizzati che tendono a risultati specifici e concordati.

Bisogna sempre partire dagli obiettivi, porsi una meta da raggiungere, perché è ciò che le aziende hanno bisogno di misurare.

A questo proposito ho avviato un sondaggio che ha interessato 70 persone di cui l’81% donne e il 19% uomini.

Il risultato rivela che più dell’80% degli intervistati dichiarano di percepire un benessere fisico e mentale dalla pratica, mentre più della metà notano miglioramenti nella postura.

E’ molto importante che il management sappia comunicare adeguatamente l’iniziativa al proprio interno partecipando alle lezioni, dando così un messaggio positivo dove non vengono enfatizzate le gerarchie, ma bensì l’appartenenza ad un obiettivo di benessere comune.

Ecco alcuni benefici di fare yoga in azienda:

  • attitudine alla gestione di ansia e stress;
  • aiuta a sviluppare concentrazione e ritrovare equilibrio interiore;
  • migliora la capacità di reazione e controllo di sé;
  • promuove la collaborazione tra colleghi;
  • sviluppa capacità di ascolto;
  • aumenta autostima e positività;
  • previene problemi muscolo scheletrici legati al lavoro sedentario;
  • rende il corpo flessibile;
  • migliora la qualità del sonno;
  • aumento delle difese immunitarie.

Qualità importanti per un’impresa consapevole che il benessere dei propri dipendenti sia la chiave per un ambiente di lavoro più sano e produttivo.

Investire in un percorso di Yoga nella propria azienda significa avere lungimiranza e visione per creare un ambiente sereno e performante. Perché oramai le persone non guardano più soltanto al fattore economico. E’ quasi più importante lavorare in un ambiente sereno, con dei benefit che vadano oltre l’auto, il computer portatile, il telefono… Passiamo la maggior parte della nostra giornata su una sedia a lavorare. La qualità del lavoro e dell’ambiente diventano quindi determinanti.

Forse ti starai chiedendo come mai lo yoga sia così efficace.

Attraverso l’assunzione di Asana sviluppiamo la concentrazione e la presenza, aiutiamo la nostra mente a proiettarsi nel qui ed ora piuttosto che continuare a fluttuare tra passato e futuro. Impariamo a riconoscere le sensazioni, ad agire piuttosto che re-agire, a sviluppare un’attitudine positiva ed aperta al dialogo.

Ecco che una pratica antica entra nel mondo moderno per aiutarci a vivere in armonia con noi stessi e il mondo circostante.

La parola Yoga deriva dalla radice sanscrita “yuj” e significa “giogo” o “guidare”. Nel tempo l’interpretazione ha subito dei cambiamenti e oggi viene spesso interpretata con la parola “unione”. Credo quindi fortemente che la pratica yoga sia il mezzo per avvicinare tra loro le persone in forma naturale e armonica. Anche in azienda.

Susy Galante

Fondatrice di Yobi yoga per aziende

Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi