Quale pratica Yoga è più adatta nelle giornate di luna piena? Quale invece per la luna calante?

Esploriamo tutti i significati della luna e le sue fasi, per andare oltre i miti e le conoscenze già tramandate da generazioni e per indagare più a fondo gli effetti che davvero influenzano la nostra vita. Potremo dedicarci così ad una pratica Yoga completa e perfettamente connessa a terra e cielo.
La presenza della luna intensifica l’attrazione che da sempre abbiamo per la volta celeste, un faro nell’oscurità che rapisce il nostro sguardo, ci affascina da sempre ed ha contribuito alla nascita di numerosi miti.
La luna, nonostante la distanza di 384.400 km da noi, influenza le maree, la riproduzione di alcuni organismi marini e mutamenti in alcune specie vegetali. Oltre a queste ci sono molte altre credenze, non ancora dimostrate, come quelle che l’hanno eletta una variabile importante nella crescita di unghie e capelli, nei cicli dell’agricoltura, nel ciclo mestruale e nei nostri ritmi biologici. Molte persone percepiscono la sua influenza anche a livello emotivo, sentendosi più nervose o sensibili quando la luna si trova in una determinata fase.
Sebbene queste influenze non siano state ancora scientificamente dimostrate, a livello di esperienza umana il discorso cambia completamente. Provate voi stessi a seminare qualcosa in luna contraria e poi vedete cosa nasce..!

Per coloro che prediligono comunque un tono più scientifico, la fisica quantistica spiega che questi fenomeni sono molto più che possibili per la presenza di energie definite “sottili”.
Ciò che la fisica dei quanti sostiene è che ogni cosa all’interno dell’universo è ed ha una sua frequenza. Noi, le piante, gli animali, le rocce, e la terra stessa, tutto ciò che esiste è energia che come un’onda vibra e risuona nello spazio intorno a sé. Ecco perché durante ogni fase lunare, consciamente o inconsciamente, assistiamo alla generazione di diverse energie le quali influenzano l’ambiente, noi e di conseguenza anche il nostro umore e i nostri bio-ritmi.

Sicuri a questo punto che non possa venirne influenzata anche la nostra pratica Yoga? Come risolvere allora questi sbalzi di umore e cavalcare queste potenti energie per utilizzarle al meglio durante la nostra Yoga-routine?
Comprendere bene le energie che ci circondano è il primo importante passo da fare, dopodiché è bene associare ad ogni fase lunare una pratica adeguata per sintonizzarci con i suoi cicli e trarne i migliori benefici. Nella mia esperienza lo Yoga è stata la pratica che più di tutte mi ha condotto alla parte più intima e vera di me. Da quel momento è iniziata la vera trasformazione, non tanto fisica quanto interiore, quella che mi ha portata alla scoperta di me stessa e di quanto realmente le leggi universali regolate dall’energia uniscano il Tutto. Mi sono anche resa conto di come le energie esterne riescono in modo incredibile ad influenzare il nostro umore e i nostri pensieri. Per questo ritengo importante associare le giuste Asana alla fase lunare, per risuonare con le giuste energie e facilitare il lavoro introspettivo dello Yoga, aumentare la nostra consapevolezza, il nostro equilibrio psico-fisico, ma anche agevolare il nostro lavoro e la nostra vita in generale.

Lo Yoga già di per se è una disciplina che abbraccia corpo, mente e anima e che unisce movimento e respirazione in un’unica e fluida pratica che dona equilibrio e pace interiore. Noi yogi sappiamo che contrastare non è il metodo giusto per affrontare le sfide, come ogni cosa tutto fluirà meglio e più rapidamente se sapremo accogliere e assecondare ciò che avviene dentro e fuori di noi.

Avete presente le resistenze che avvertiamo durante le posizioni che risultano a noi più ostiche? Per scioglierle le accompagniamo, assecondandole con il nostro respiro e l’accettazione dei nostri limiti. Coordinarci con gli influssi del nostro satellite non farà altro che agevolare questo processo.

LO YOGA LUNARE
Le fasi lunari, come anticipato, scandiscono in modo quasi perfetto il ciclo della vita stessa, dove tutto inizia, matura e finisce. Esiste quindi un tempo per avviare nuovi progetti, uno per coltivarli e farli crescere e altri in cui riparare ciò che è rotto o raccogliere i frutti. Molte volte però capita di essere disallineati, mentre la luna è nel ciclo di crescita, noi siamo in fase calante con tutte le scarpe. Da queste disarmonie scaturiscono quelle tensioni e stati di irritazione che non riusciamo a spiegarci, ma “…lasciami perdere perché non è giornata!”.
Rimettendoci in equilibrio con queste fasi sapremo cogliere il meglio anche dalle situazioni più impegnative, accettare i nostri limiti umani e festeggiare i successi con gioia e gratitudine, fuori e dentro la shala!
Impariamo a comprendere i cicli lunari e capiremo di più noi stessi.

Energie di marzo
Il mese di marzo inizia accompagnato dalla luna crescente, dal 1° all’ 8° giorno del mese infatti questa fase porta un’energia di crescita, di calma e di coraggio. In questa fase è agevolato tutto ciò che è in crescita (piante, capelli, ma anche i nuovi progetti e le nuove idee). Siamo più impulsivi e ricettivi anche a livello corporeo, è il momento quindi per introdurre nel nostro organismo alimenti e prodotti salutari perché
saranno assorbiti meglio e più velocemente. Per lo stesso motivo si consiglia di ridurre quelli nocivi.
Momento ideale per prendere decisioni di cuore, esprimere desideri e definire o rifinire i progetti a lungo termine.
Ma passiamo adesso al senso pratico. Cosa cambia nella nostra pratica? Tranquilli non dovrete stravolgere i vostri ritmi o rituali, Se praticate a casa e siete voi a decidere le sequenze vi basterà includere nella vostra solita routine alcune posizioni che seguano l’energia della fase lunare corrispondente. Se invece praticate con un insegnante potete confrontarvi con lui e valutare se può adattare la sua sequenza a queste energie. In alternativa potete sempre integrare queste Asana come un extra alla vostra sessione.
Qui di seguito ve ne consiglio alcune per la fase di luna crescente così da iniziare al meglio il mese di marzo, ma se ne conoscete altre potete ovviamente sostituirle. L’importante è che aiutino a potenziare il flusso di energia della luna.

Posizioni yoga in luna crescente per aumentare l’energia
In questi giorni prediligi una pratica energizzante in cui inserire sessioni di Pranayama e posizioni per aumentare la lucidità mentale e l’energia. E’ il momento per farne scorta!
Posizioni consigliate: sarvangasana (candela), anjaneyasana (posizione proprio della luna crescente), urdhva hastana, ardha dhanurasana, savasana.

Sarvangasana o posizione della candela: questa posizione fa parte delle Asana che compongono il saluto alla luna, aiuta a sviluppare memoria e concentrazione, riduce mal di testa e mal di schiena, migliora la respirazione e riduce ansia e stress. Oltre a questi principali benefici ne apporta molti altri importanti proprio in relazione a questa fase lunare.
Essa infatti riequilibra il 5° chakra (visuddha), calma la mente, dona sollievo ai sintomi della menopausa e stimola la tiroide e le paratiroidi. Essendo una posizione inversa facilita l’afflusso di sangue al cuore e il circolo dell’energia.

Anjaneyasana o posizione della luna crescente: questa posizione è una delle più complete, oltre ad aumentare l’energia infatti, migliora la concentrazione, la consapevolezza ed il controllo di sè. Lavora addominali, adduttori e il muscolo psoas, tonifica reni e fegato,
migliora l’autostima, l’equilibrio e il sistema digestivo, riduce il grasso addominale e rinforza i glutei. Se volete aumentare il controllo sulla vostra mente oltre che sul corpo, questa posizione fa per voi.

Urdhva hastana: questa posizione smuove e aumenta i livelli di energia, riesce anche a calmare la mente e l’ansia di lieve entità, migliora la postura e l’equilibrio psico-fisico.

Ardha dhanurasana: la vita è frenetica e abbiamo sempre troppe cose da fare, dipendiamo da agende e calendari sui quali segnare
la lista di tutti gli impegni perché il nostro cervello non riesce a ricordarli tutti. Se poi pretendiamo troppo da noi stessi e ci imponiamo di portare a termine troppe cose tutte in una giornata finiamo per sentirci frustrati per non essere riusciti nell’intento di completare tutti i compiti giornalieri. Questa posizione è ideale per liberare da queste incombenze la nostra mente e recuperare la lucidità. Essa libera la mente ed elimina lo stress riportando chiarezza mentale.  Sblocca i ritardi mestruali, rinforza i muscoli della schiena e aumenta la flessibilità della colonna vertebrale. Porta inoltre beneficio a reni, milza, cuore e fegato. Armonizza e stimola il metabolismo e se si pratica la posizione senza la trazione delle braccia apporta vitalità e rigenerazione in tutto il corpo.

Savasana: questa posizione tanto agognata durante le più toste sessioni di yoga, è la posizione del rilassamento per eccellenza e anche se molto semplice apporta grandi benefici. Calma i nervi, pacifica i pensieri, è un rimedio contro lo stress, rigenera corpo e mente e allevia la stanchezza.

Spero che queste indicazioni vi siano utili, fatemi sapere cosa ne pensate e se avete riscontrato miglioramenti o nuove sensazioni praticando queste Asana in allineamento con la luna. Non mi resta che augurarvi buona pratica e buona luna crescente.

Un abbraccio di Luce

Alessia Gaudenzi

Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi