“L’autunno è il silenzio prima dell’inverno”
(proverbio francese)

Questa stagione segna il finire dell’abbondanza estiva con le sue lunghe giornate calde e soleggiate per procedere verso un periodo di temperature più rigide in cui le ore di buio si fanno più lunghe creando anche un senso di malinconia e disagio.
Sentiremo subito come i nostri muscoli e legamenti si fanno più rigidi e avvertiremo una grande necessità di ritornare ai cibi caldi e confortevoli dopo la lunga maratona estiva di insalate e piatti freddi.
E’ importante preparare il corpo ai cambiamenti che si stanno svolgendo soprattutto dedicando attenzione alla eliminazione e purificazione per creare un equilibrio interiore e virare verso la calma ed introspezione.

Se in estate l’energia è centrifuga ovvero spinge verso l’esterno, in questa stagione succede esattamente il contrario.
E’ necessario tornare a noi stessi, al raccoglimento interiore, cercando di conservare l’energia positiva accumulata durante l’estate…

Buona pratica yogica è sicuramente prestare molta attenzione al respiro e al miglioramento della capacità respiratoria, attraverso l’osservazione del respiro con pratiche precise che non solo ci aiuteranno ad ossigenare i tessuti ma miglioreranno la nostra postura ed il raccoglimento interiore.
Sediamoci comodi e semplicemente osserviamo il respiro cercando di fare delle respirazioni yogiche complete andando ad assaporare l’aria che gonfia e sgonfia la pancia poi osservando l’aria nel torace tenendo le spalle morbide e focalizzando l’attenzione all’espansione della cassa toracica ed infine alla respirazione alta clavicolare, assaporando come l’aria inspirata ed espirata faccia tutto il suo percorso completo dall’addome a salire.
Possiamo appoggiare la mani ai lati dell’ombelico ed osservare come esse si aprono e chiudono con ogni ispirazione ed espirazione (sempre dal naso). Poi le appoggeremo sui lati del petto ed assaporeremo il nostro torace che si gonfia e si sgonfia. Infine appoggiamo le nostre mani dietro la schiena alla base del collo e respiriamo nuovamente.

Cerchiamo di essere sempre connessi con il nostro corpo per aiutarlo ad affrontare ogni cambiamento e passaggio stagionale con amore ed attenzione.
Kapalabathi o luce nel cranio è una pratica che rafforza le vie respiratorie, previene e cura le sinusiti ed aiuta anche i condotti uditivi.
Dobbiamo sederci con la schiena dritta rilassando braccia e muscoli del viso e concentrare l’attenzione sulla fase di espirazione dove si soffia dal naso ma in maniera molto profonda cercando di fare uscire il respiro dalla radice del naso accentuando le espirazioni. Facciamo un ciclo di 21 respiri.

Dopo Kapalabathi possiamo eseguire Surya Bedhana ovvero il respiro dalla narice destra andando ad inspirare dalla narice destra chiudendo la sinistra continuando a respirare così inspirando dalla narice destra ed espirando dalla sinistra. Per un ciclo di 21 respiri.
La narice destra o surya o pigala è la nostra narice solare riscaldante e respirando da essa manteniamo vivo il fuoco interiore.

L’autunno favorisce il raccoglimento e un maggiore apporto calorico. I cibi si fanno più accoglienti, riscaldanti ed in questo ci aiutano molto le meravigliose verdure autunnali.
Zucca, cavolfiori, broccoli, topinambur, cavolo nero ma anche i legumi che torneremo ad assaporare in avvolgenti zuppe calde, magari accompagnati da cereali integrali. L’abbinamento cereali legumi ha un benefico effetto sulla regolazione della fame ed assorbimento dei principi nutritivi, molto importante in questo periodo.
Usiamo anche un buon olio spremuto a freddo di oliva girasole o sesamo e qualche seme oleoso che sono ricchi di omega 3 e altamente nutritivi.

Mirja Colombari

Condividi l'articolo su:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi