La meditazione è una condizione interiore di chiarezza o visione integra di se stessi, della realtà e del momento presente. In questa condizione lo Spirito o l’energia pura, possono fluire liberamente, senza deviazioni e condizionamenti, influenzando positivamente il corpo, l’essere e la realtà. Date le condizioni del mondo attuale, possiamo benissimo affermare che questa condizione di chiarezza, chiamata nello yoga Samadhi o stato di illuminazione, è estremamente necessaria, per sostenere ogni cambiamento, realizzare se stessi, vivere in pace e con dignità.

Seppure l’illuminazione sia una condizione naturale e propria dell’essere, nei nostri giorni e nel nostro mondo sembra estremamente difficile da realizzare e soprattutto da mantenere, per questo la meditazione diventa una pratica necessaria ed indispensabile per tutti.

Come iniziare a meditare

La cosa migliore è iniziare con delle pratiche di concentrazione o Dharana e meditazione, intesa come profonda concentrazione o Dhyana. In questo caso lo yoga ci propone 2 tipologie fondamentali di concentrazione e meditazione, rendendo la pratica più fattibile ed adatta a tutti:

  • la prima pratica viene definita meditazione concreta e consiste in una concentrazione profonda sull’immagine di una Divinità;
  • la seconda è chiamata meditazione luminosa e, in questo caso la concentrazione avviene sull’immagine di una fiamma, come simbolo di luce interiore, o sulla stessa kundalini.

Ognuna di queste 2 tipologie contempla anche altre pratiche e visioni, comunque profonde, efficaci e utili da sperimentare.

Alcuni usano anche la respirazione come pratica meditativa, però la concentrazione sul respiro, nello yoga classico, non è considerata una vera e propria pratica di meditazione, ma una tecnica per sviluppare Pratyahara (il distacco dalle impressioni sensoriali) e prepararsi alla pratica di meditazione più profonda.

I benefici più importanti

I benefici della meditazione sono innumerevoli, graduali, ma profondi e concreti, più si pratica con costanza e regolarità, seguendo dei percorsi specifici e insegnanti competenti, e maggiori sono i benefici; eccone alcuni suddivisi per livelli:

Nel livello iniziale

  • calma e purifica la mente
  • elimina lo stress psicofisico
  • equilibra le emozioni
  • migliora l’umore
  • migliora il sonno
  • amplifica la visione
  • dona valore e dignità di sé

Nel livello intermedio

  • incrementa l’energia
  • migliora lo stato di salute
  • sviluppa creatività e intuizione
  • conferisce vitalità e benessere
  • dona senso alla vita
  • sviluppa recettività

Nel livello avanzato

  • conferisce consapevolezza
  • realizza l’illuminazione
  • realizza l’unione con il Sé Cosmico
  • sviluppa saggezza
  • sviluppa il potere rigenerativo

Le controindicazioni

La meditazione non ha controindicazioni, ma ci sono alcuni accorgimenti che è bene seguire per beneficiare al massimo della pratica. Tra questi accorgimenti e suggerimenti il primo è rivolgersi ad un insegnante di yoga esperto/a, soprattutto se si è all’inizio e confrontarsi con altri praticanti, poi scegliere un posto tranquillo in cui sentirsi a proprio agio e comodi e, se si è troppo agitati, doloranti o appesantiti dal cibo, bere una tisana rilassante e praticare il respiro lento e profondo prima di iniziare la pratica.

Se vuoi approfondire, provare o saperne di più chiedi all’autore:

Tina Mastandrea – insegnante

https://www.yogacommunity.it/

yogacomm@gmail.com

cell. +39 3336980044

Scopri anche il nuovo libro di Tina Mastandrea:

Condividi l'articolo su:
0
fb-share-icon0
20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi